Programma "Stile di Vita" risultati questionario

A cura della Prof.ssa Daniela Lucini

Il Programma “Stile di Vita” ha previsto la compilazione su base volontaria di un questionario completamente anonimo con un duplice obiettivo:

  • dare alla persona immediatamente un profilo del proprio stile di vita
  • dare una visione complessiva di gruppo dello stile di vita a tutti coloro che hanno effettuato la compilazione.

Di seguito sono riportati i principali dati emersi dai questionari compilati: la maggior parte dei compilatori sono stati uomini con una età media di 48 anni, in generale con buone condizioni di salute ovvero senza particolari patologie.

L’indice di Massa Corporea riportata indica che la popolazione presa in esame è al limite per essere definita in “sovrappeso”, mentre la pressione arteriosa risulta nella norma come per i livelli di colesterolo tot, trigliceridi e glicemia.

Analizzando nel dettaglio lo stile di vita emergono dei dati interessanti meritevoli di attenzione.

Le linee guida internazionali affermano che uno stile di vita ideale dovrebbe prevedere di svolgere almeno 150 minuti alla settimana tra attività fisica aerobica moderata e vigorosa.

La popolazione presa in esame è vicino ma purtroppo al di sotto di questo limite, raggiungendo in media i 139 min/settimana. Anche i passi svolti nella vita quotidiana sono inferiori a quanto consigliato.

Per quanto rigurda l’alimentazione, la media delle persone assume un quantitativo inferiore di porzioni di frutta e verdura rispetto a quelle consigliate, il consumo di pesce è quasi nella norma, i cibi integrali sono consumati in quantità insufficiente, circa 1/3 della popolazione consuma alimenti ad alto contenuto di sale e fortunatamente non abusa di bevande ricche in zuccheri.

Per quanto riguarda la percezione di stress e stanchezza, si osserva un punteggio pari a quello della media della popolazione, mentre la percezione di sintomi fisici potenzialmente legati allo stress è maggiore rispetto alla media.

I fumatori fortunatamente non solo molti, solo 10 su 70 persone. Riassumendo quindi la “fotografia” effettuata mostra una popolazione di età media, sostanzialmente sana ma con uno stile di vita, specie per quanto riguarda attività fisica ed alimentazione, che potrebbe certamente migliorare.

Circa 30 persone desiderano essere fisicamente più attive, una ventina migliorare l’alimentazione ed una quindicina saper meglio gestire lo stress.

La tabella sottostante riporta nel dettaglio i risultati ottenuti nella media:

Risultati-questionario

G.E.D.S.

Gruppo "Eni Donatori Sangue": una grande realtà all'interno del nostro ambiente di lavoro.

Contatti

  info@geds.it
  Via Laurentina 449 - RM

Login

F.A.Q.

  • Perchè donare

    Il sangue è un prodotto naturale indispensabile alla vita e non può essere creato artificialmente; di conseguenza la sua disponibilità dipende unicamente dalla donazione volontaria. Donare il sangue è facile, veloce e sicuro.
  • Chi può donare

    Possono donare il loro sangue tutte le persone di età compresa tra i 18 e 65 anni. Possono donare sangue i soggetti di peso non inferiore a 50 Kg.
  • 1

News

27
May2017

Appunti di primo soccorso in...

A cura del Dott. Alberto Albani, Direttore Unità Operativa Complessa di Medicina e Chirurgia d'Accettazione e Urgenza Presidio Ospedaliero...

27
May2017

Stabilimento balneare ZENIT di...

Cari donatori Grazie alla consueta disponibilità del CRAL Eni di Roma, è stato possibile riproporre anche per quest’anno...

07
Apr2018

Ingresso gratuito nei Musei Civici...

Dal 1 luglio 2017 al 15 ottobre 2017 in occasione della Campagna Estiva per la donazione di...

07
Apr2018

Estate! qualche consiglio per viverla...

Arriva l’estate, il caldo, le ferie... di seguito alcune informazioni e consigli per viverla al meglio sia...

07
Apr2018

Programma Stile di Vita...

A cura della Prof.ssa Daniela Lucini Il Programma “Stile di Vita” ha previsto la compilazione su base...

«
»